Covid-19: lo sportello di ascolto gratuito è disponibile per il supporto psicologico

Il Coronavirus non è solo una patologia che colpisce la salute fisica di chi la contrae, ma porta con sé una serie di conseguenze psicologiche non trascurabili: la paura; il senso di solitudine e di abbandono durante il periodo di isolamento in casa o durante il ricovero in ospedale.

Il protrarsi delle misure necessarie al contenimento della pandemia può avere un evidente risvolto psico-sociale che può richiedere un aiuto da parte di personale qualificato. 

IL PROGETTO

Lo sportello psicosociale è un servizio gratuito per la popolazione. Si svolge normalmente presso la sede della Croce Rossa di Vigevano a cadenza settimanale, attivabile dagli utenti previo appuntamento. Durante l’emergenza Covid19 il Comitato di Vigevano ha attivato una linea di supporto psicologico tramite Skype.

A CHI SI RIVOLGE

Il servizio si rivolge ai cittadini, maggiorenni o minori (accompagnati o tramite presentazione di un modulo di consenso genitoriale), e permette di usufruire di una consulenza psicologica di tipo occasionale del tutto gratuita.

SCOPO

Lo sportello psicosociale intende fornire un primo ascolto a coloro che esprimono un disagio psicologico nel rispetto della riservatezza e della privacy. Una volta accolta la domanda, si procederà con l’orientamento ed informazioni utili alla gestione della specifica richiesta aiutando la persona ad attivare, ove possibile, le proprie risorse oppure individuando, nel caso in cui sia necessario, le strutture pubbliche e/o private presenti sul Territorio che possano offrire una presa in carico, ovvero un percorso di sostegno psicologico idoneo.

AREE TRATTATE

Disturbi d’ansia, disturbi dell’umore, problematiche relazionali, situazioni di stress correlate a particolari eventi della vita (lavoro, nascita di un figlio, separazioni, lutto, malattie organiche croniche, gioco d’azzardo patologico).

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
roberto.pasero@lombardia.cri.it
375 6264748

Sportello psicosociale

 

Condividi

Autore dell'articolo: Sviluppo