Covid-19: prosegue l’attività di prevenzione dedicata al volontariato vigevanese

Prosegue l’attività di prevenzione del contagio da COVID-19. 

Dal mese di gennaio, ogni domenica, la CRI di Vigevano, grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano garantisce l’effettuazione di test antigenici rapidi SARS-CoV-2 con tampone naso-orofaringeo agli operatori, sia volontari che dipendenti, delle associazioni di Vigevano. Infatti, questa categoria, quotidianamente in prima linea in supporto alla nostra comunità, risulta particolarmente esposta al rischio di contagio. Dunque, per garantire l’importante operatività delle associazioni, specialmente in risposta all’attuale crisi socioeconomica, è necessario prevenire un’eventuale diffusione del virus tra il personale attraverso l’individuazione precoce di casi di positività al COVID-19. Sono previste più giornate dedicate all’effettuazione dei test per poter garantire l’esecuzione complessiva di circa 5.000 test in quattro mesi. Ogni operatore potrà effettuare il test con cadenza mensile ed in caso di sospetta positività, dovrà sottoporsi immediatamente a tampone molecolare, il quale verrà successivamente processato grazie alla collaborazione con il Laboratorio Analisi dell’Ospedale Civile di Vigevano (ASST Pavia).

Fino ad oggi sono oltre 35 le associazioni coinvolte e oltre 430 i volontari che si sono registrati sul portale dedicato. Una attività che ha finora impegnato oltre 700 ore di servizio per i medici e gli infermieri coinvolti. 

Si tratta di un’attività che proseguirà ancora a lungo fino a quanto sarà necessario offrire un controllo tempestivo e scientifico al personale volontario della nostra città. Si tratta di oltre 700 tamponi fatti finora.

Covid-19: 5000 tamponi per il Volontariato vigevanese

 

 

Condividi

Autore dell'articolo: Sviluppo