Covid-19: La gestione dei “focolai” nei Servizi educativi dell’infanzia e scuola

Durante questi lunghi mesi di emergenza un motivo di grande preoccupazione me genitori e Istituzioni è senza dubbio da ricercarsi nella tutela di bambini e ragazzi in età scolastica. 

La Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia ha avviato la costituzione di specifico Gruppo di Lavoro per individuare un percorso di semplificazione e accelerazione del processo di identificazione dei casi di Covid-19 nella collettività scolastica. Ad ATS, in particolare, compete il coordinamento delle azioni sul territorio per lo sviluppo delle migliori strategie di prevenzione dei contagi.

PERSONALE SCOLASTICO

Se un soggetto appartenente al personale scolastico afferente ai servizi educativi dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado presenta sintomi suggestivi per il Covid-19, a scuola o presso il domicilio:

  • contattare il proprio MMG nel più breve tempo possibile
  • in caso di indicazione di sottoporsi a tampone, recarsi al punto tampone più vicino con il modulo di autocertificazione (modulo 1)

 

STUDENTI DA 0 A 13/14 ANNI (dal servizio educativo per la prima infanzia a tutto il ciclo di scuola secondaria di primo grado

Se i sintomi si presentano a scuola

  • il genitore accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione (modulo 2) e prende contatto con il Pediatra di Libera Scelta

Se i sintomi si presentano al domicilio

  • il genitore contatta il Pediatra di Libera Scelta e, in caso di indicazione di sottoporre il figlio a tampone, lo accompagna al punto tampone con modulo di autocertificazione (modulo 2)

STUDENTI DA 13/14 ANNI (dalla scuola secondaria di secondo grado)

Se i sintomi si presentano a scuola

  • il genitore accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione e prende contatto con il Pediatra di Libera Scelta
  • se lo studente è maggiorenne può autopresentarsi al punto tampone con modulo di autocertificazione (modulo 3)

Se i sintomi si presentano al domicilio

  • il genitore, o lo studente maggiorenne, contatta il Pediatra di Libera Scelta/Medico di Medicina Generale e, in caso di indicazione di effettuare il tampone, il genitore accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione (modulo 2). Se lo studente è maggiorenne può autopresentarsi al punto tampone con modulo di autocertificazione (modulo 3)

 

ELENCO LABORATORI/PUNTI PRELIEVI TAMPONI

Dal 21 settembre la popolazione in età pediatrica del territorio pavese (0-16 anni) potrà contare sui seguenti punti di somministrazione dei tamponi:

Elenco dei laboratori

 

[fonte: ATS Pavia]

Condividi

Autore dell'articolo: Sviluppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *